11 Set 2011

Gran Fondo 5 Terre

Sciachetrà

Realizzato con tenacia e fatica tra le impervie terrazze della costa ligure; da consumare al termine del pasto; dolce un po’ secco a volte liquoroso: vino bianco delle 5 Terre per “Amatori”.

Granfondo delle 5 Terre

Realizzata con tenacia e fatica tra le impervie terrazze della costa ligure, da correre al termine della stagione; durissima, senza respiro a volte dolce: corsa ciclistica per “Amatori”.

Al di là di queste analogie, buttate giù un po’ per scherzo, la GF 2011 è stata piacevole come un buon bicchiere di vino passito bevuto al momento giusto.

La giornata è stata perfetta.

Alla partenza un po’ di nuvole hanno mantenuto freschi i primi km, poi verso il Termine è sbucato un bel sole caldo che ha fatto compagnia ai corridori e alle loro famiglie per il pasta party ed il pomeriggio in spiaggia.

Il percorso, già panoramico nella parte iniziale tra Framura e Levanto, è stato impreziosito (dal 2010) dal passaggio in Monterosso. Entrati in paese dal lato di ponente, abbiamo percorso la passeggiata a bordo mare, poi, dopo aver imbucato la creusa centrale tra due ali di turisti che applaudivano, abbiamo inforcato la durissima salita per risalire il colle Gritta e il Termine.

Quanto al risultato del Superba, possiamo essere soddisfatti.

Molti di noi erano arrivati a Deiva dopo una lunga stagione di impegni e fatiche con l’obiettivo di suggellare e concludere l’anno agonistico con una bella prova. Così è stato.

Nella classifica del lungo il ns presidente Roberto si è piazzato al 41° posto. Nel corto Andrea B. è entrato tra i primi 70 (non figura in classifica perché si era dimenticato il chip), Gianluigi è giunto 93°, Stefano 117°, Pietro e Gianluca, con ugual tempo, 180° e 181° ed Enrico, poco dietro, 191°. Purtroppo Federico ha dovuto ritirarsi per un guasto meccanico.

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Ricerca

Login